Indi(e)Avolato Fest
Sabato 09 Luglio 2011 08:35

indieavolato fest





INDI(E)AVOLATO FEST - 16 LUGLIO 2011 dalle ore 21:00 – ingresso gratuito

 

Cortile del Michelerio– Corso Alfieri 381 – Asti
Asti Musica 2011


In Collaborazione con: Astimusica, Comune di Asti
-----------------------------

ON STAGE:

h. 21.01 Beppe Giampà & Luca Passarino

h. 21.29 RIBBON INK (presentazione nuovo album “Engineered by dummies")

h. 21.59 BRUNORI SAS (presentazione nuovo album “Vol.2 Poveri Cristi”)

Sarà la Brunori sas la band protagonista dell’edizione 2011 di Indi(e)Avolato Fest. Dopo Giorgio Canali nel 2009 e Moltheni nel 2010, la festa estiva della rassegna Indi(e)avolato, che quest’anno torna all’interno del calendario di Asti Musica, darà spazio a Dario Brunori, vero e proprio orgoglio della nuova scena cantautorale Italica, e alla sua band.

Dopo il pluripremiato vol. 1 (premio ciampi 2009 e targa rivelazione al Tenco 2010), la Brunori Sas torna ad Asti (aveva già infiammato la platea del Diavolo Rosso lo scorso Ottobre) per presentare il nuovissimo vol. 2 “Poveri Cristi”, uscito il 15 giugno per Picicca record. Con Vol.1, Brunori era riuscito a fissare nell' immaginario collettivo il suo universo personale. In Vol. 2  si lascia alle spalle la nostalgia e affronta di petto il presente, spostando lo sguardo sulle storie di vita altrui. I suoi Poveri cristi sono persone normali che compiono imprese normali, non giudicati dall’alto ma descritti con una pietas e una simpatia (nel senso greco di "soffrire insieme") che fanno di Brunori stesso un povero cristo. I quasi due anni di tour regalano al nuovo disco una struttura più articolata (complice l'intervento della band e l'ospitata degli amici Dente e Dimartino); la scrittura è insieme amara e speranzosa, solo apparentemente tragica, quasi grottesca ma sempre estremamente realistica. La forma canzone è melodica e leggera, all'italiana. In Vol. 2 si ritrovano i temi della poetica brunoriana: l'attenzione per i piccoli gesti, la religione cattolica, il realismo evocativo, il nazional-popolare affrontato con affetto e misericordia, la precarietà emotiva della nuova generazione. Ma l'iperrealismo popolare fatto di istantanee si arricchisce di una scrittura sempre più matura e corposa, conservando un linguaggio sobrio e spietato, tipico di un cronista lucido e innamorato.

Come da tradizione inoltre, Indi(e)avolato darà spazio in apertura di serata ad alcune tra le più interessanti realtà locali.

Ad accontentare la parte più “hard” del pubblico, ci saranno i Ribbon Ink, in assoluto una delle realtà più interessanti del territorio, che presenteranno brani del loro disco d’esordio “Engineered by dummies”, uscito ad inizio 2011 dopo più di due anni di lavoro. Dopo svariate date e ottimi riscontri nei contest a cui hanno preso parte, I Ribbon tornano ad esibirsi ad Asti e promettono sin da ora un set decisamente energico.

In apertura di serata, un elegante ed interessantissima accoppiata, Beppe Giampà e Luca Passarino, due cantautori nostrani attivi ormai da molti anni. Giampà, solista dopo la celebre esperienza con I Passi Falsi, e Passarino, passato dalle jam session con l’underground Torinese alle collaborazioni con Giorgio Conte, toccheranno I rispettivi repertori alternandosi sul palco e duettando, dando vita ad uno spettacolo stiloso e di sicuro impatto.

L’ingresso alla serata sarà gratuito, ed i concerti termineranno tassativamente a mezzanotte.

 

- Sito Ufficiale Libellula Music
- http://www.myspace.com/indieavolatofest