Vai alla lista completa delle Recensioni!
Bamboozled - Bamboogia [recensione]

[etichetta: Autoprodotto]

bamboozled



 

Bamboozled - Bamboogia (2015)

 

A quattro anni di distanza dal loro esordio intitolato "Roasted", ritornano i Bamboozled, nome che viene da una duplice ispirazione, e cioè un brano di Frank Zappa e un film di Spike Lee. La band fiorentina è formata da David Bozza (batteria), Marcello Amore (basso), Francesco Bottai (chitarre), Lorenzo Santi (tastiere), Alessio Colosi (voce) e Luciana Camarda (voce).

"Bamboogia", questo il nome dell'album, rappresenta, secondo le parole della stessa band, "il viaggio che parte dall'apertura di una porta e attraversa con le ruote ben salde sull'asfalto le pazze notti di Brighton, fino a farti trovare con una lente di ingrandimento la via per la rinascita e il sorriso". Il sound è presto detto: classic rock dalle scurissime tonalità soul, blues, reso caldo dalle tastiere vintage utilizzate da Santi (Rhodes, Mini Moog, Leslie, Prophet, Hammond). "Crazy Nights" è un gospel-rock sudista alla Black Crowes, "Open The Door" è un blues n'roll teso e vibrante,e c'è spazio anche per una bella cover di "Pale Blue Eyes" dei Velvet Underground, omaggio a Lou Reed. 

Se siete in cerca di buone vibrazioni, di un sound caldo e genuino, di musicisti che sappiano divertire e divertirsi, allora "Bamboogia" è il disco che fa per voi.

 

 

Tracklist:
1.Open The Door (intro)
2.Crazy Nights
3.Lens
4.Pale Blue Eyes
5.Brighton
6.Head On
7.Rebirth
8.Go With The Flow
9.Smile
10.Emily (Night Version)
11.Open The Door

 

- Sito Web Bamboozled 

 

Condividi

 

Giacomo Messina 18/10/2015