Vai alla lista completa delle Recensioni!
Lei Bei - In Cauda Venenum [recensione]

[etichetta: Areasonica Records]

lei bei



Lei Bei - In Cauda Venenum

 

Primo album per le Lei Bei. il trio femminile bolognese suona rock alternativo con liriche principalmente in italiano, salvo alcune cose in inglese. Le composizioni risultano ben suonate (grazie anche al buon lavoro alla batteria del componente "aggiunto" Riccardo Brusori) e la registrazione è di buon livello. Qui finiscono le note positive.

Le canzoni sono troppo acerbe, in modo particolare le linee melodiche e le parti di chitarra, che spesso sono scontate ed elementari. La voce monotonale di Silvia Raggetti è senza grinta, risulta "stanca" nonostante il buon timbro e annoia quasi subito l'ascoltatore. "Alice" riporta al punk delle Kandeggina Gang (in versione meno "ruvida" N.d.A.); più cattiveria e convinzione nella voce avrebbero arricchito la canzone. A nostro parere Il brano più riuscito del disco è  "Stato Catatonico" (in questo caso è buono il riff di chitarra), forse perché meglio si adatta alla voce della Raggetti.

Sicuramente al prossimo album le ragazze, con più esperienza sulle spalle, riusciranno a trovare la giusta amalgama.

 

 

Tracklist:

01. Sussurro di Ali
02. La dottrina dell’Incoerenza
03. Assente
04. Argentina Mon Amour
05. Alice
06. Nessun Momento
07. Sticky Man
08. Luna
09. Gringo
10. Stato Catatonico
11. Alle Fronde


Brothers in arms, 25/08/2011