Vai alla lista completa delle Recensioni!
Belfast - Petrichor [recensione]

[etichetta: Areasonica Records]

belfast petrichor



 

Belfast - Petrichor (2016)

 

Il duo veneto dei Belfast arriva al terzo album con una carica rock che attinge a piene mani dalla tradizione internazionale, dal classic rock all’alternative rock degli anni 90 senza mai dimenticare però la melodia. Si parte con “No respect”, un muro di chitarre distorte ben assestate su un testo di denuncia della condizione dei giovani in un paese che si è dimenticato di loro. Si prosegue con “Quale senso” un altro brano in cui si possono identificare molte giovani generazioni e non solo.

Con “Gia.Da” la melodia prende il sopravvento, sempre supportata da un ottimo songwriting e arrangiamenti sulla falsa riga grunge.  Ma le sorprese non finiscono in questo disco perché gli arpeggi acustici accompagnano “Limiti” una canzone molto introspettiva sotto una forma di ballata così come in “Soluzione Rivoluzione”, un altro brano dove le distorsioni lasciano spazio alla chitarra acustica e ad una melodia che rimane in testa al primo ascolto. Giungendo verso la fine dell’album si scorgono anche echi stoner in “Fermo immagine”, mentre “Sulla terra” chiude l’album con atmosfere rarefatte e a tratti psichedeliche.

Le undici tracce di “Petrichor” attraversano tante sfaccettature del rock, raccontando storie di vite vissute e urlando l’insoddisfazione di una generazione di cui la società si è disinteressata.

 

 

Tracklist:

01. No respect
02. Quale senso
03. Gia.da
04. Limiti
05. Se il cielo è grigio
06. Us
07. Soluzione rivoluzione
08. 20 Anni
09. Nulla adesso
10. Fermo immagine
11. Sulla terra

 

-Pagina Facebook Belfast
-Sito Ufficiale Areasonica Records
-Sito Ufficiale Blob Agency

 

Condividi

 

Luigi Biboni,  24/04/2016