Vai alla lista completa delle Recensioni!
Hibou Moyen - Fin Dove Non Si Tocca [recensione]

[etichetta: Private Stanze]

hibou moyen



 

Hibou Moyen - Fin Dove Non Si Tocca (2016)

 

"Fin Dove Non Si Tocca" è il secondo album sulla lunga distanza di Hibou Moyen, al secolo Giacomo Radi, cantautore che per questa nuova prova si è avvalso della produzione artistica di Umberto Maria Giardini. E, obiettivamente, è impossibile non sentire il tocco del cantautore che per anni abbiamo conosciuto come Moltheni, ma sarebbe riduttivo limitare in questo modo questo disco, che si compone di dieci brani odorosi di cantautorato, folk, musica d'autore.

E sono tanti gli highlights del disco: "Il Naufragio Del Nautilus" apre il disco in maniera austera, con pianoforte e archi a disegnare traiettorie quasi cameristiche. "Efelidi" è un valzer folk-pop, che richiama l'UMG più bucolico. "Muro E Lichene", elettrica e viscerale, è degna degli episodi più intensi degli Afterhours, mentre "I Miei Nodi" è ino splendido esmpio di cantautorato "noir".

"Fin Dove Non Si Tocca" non brillerà forse di eccessiva originalità, ma è lavoro di egregia fattura, ben composto e ottimamente arrangiato.

 

Tracklist:
1.Il Naufragio Del Nautilus
2.Efelidi
3.Unghie
4.Muro E Lichene
5.I Miei Nodi
6.Cara Realtà
7.Linfatica (Il Bene E Il Male)
8.Luscengola
9.Pallida Erba
10.Canzone Di Balene

 

- Pagina Facebook Hibou Moyen
Sito Ufficiale Private Stanze
- Sito Ufficiale Promorama

 

Condividi

 

Giacomo Messina 17/12/2016