Vai alla lista completa delle Recensioni!
Monica Pinto - Canthara [recensione]

[etichetta: Maxsound]

canthara



 

Monica Pinto - Canthara (2016)

 

Scorrendo il curriculum di Monica Pinto, cantautrice e cantante dall'esperienza ventennale e fondatrice tra le altre cose degli Spaccanapoli, si fa fatica a definirla "debuttante", ma in effetti "Canthara" è il disco del suo esordio solista, un disco il cui nome è dato dall'unione delle parole "canto" e "hara", simbolo di due luoghi complementari dell'essere: il canto pervade ogni cosa e ci proietta versa l'alto, mentre l'hara è il centro dell'essere, la sua essenza vitale.

Si tratta quindi di un lavoro ricco di simboli e fortemente evocativo a partire dal suo titolo, come la definisce la stessa artista, si tratta di una "chanson elettronica" minimale, per dodici brani i cui contenuti guardano spesso alle filosofie orientali. "Viaggio Incompiuto" apre l'album con profumi mediorientaleggianti, mentre molto interessanti sono i due "Canthara", rielaborazioni elettroniche dell'antico suono terapeutico giapponese "wun" e dei bija mantra "ham ram". Emozionante poi la conclusiva "Per La Rivoluzione", la cui musica è firmata dal compianto Fausto Mesolella, il musicista della Piccola Orchestra Avion Travel recentemente scomparso.

Lavoro sentito, delicato e meditato: "Canthara" è una dolce carezza per l'anima.

 

 

Tracklist:
1.Viaggio incompiuto
2.L'ideal-mente
3.Nuovamente essente
4.Anime minori
5.Canthara I
6.Schermo della felicità
7.Aria
8.Il bacio sulla bocca
9.Apri le gambe
10.Canthara II
11.Tutto va bene
12.Per la rivoluzione (feat. Fausto Mesolella)

 

-  Pagina Facebook Monica Pinto
Sito Ufficiale Maxsound
- Sito Ufficiale Libellula

 

Condividi

 

Giacomo Messina 20/05/2017