Vai alla lista completa delle Recensioni!
Tomakin - Geografia di un momento [recensione]

[etichetta: Sciopero Records]

tomakin



Tomakin - Geografia di un momento

 


I Tomakin ci propongono con "Geografia di un momento" un pop dalle venature e dalle sonorità new wave. Ospiti del loro disco, edito da Libellula Music, sono Garbo e Paolo Archetti Maestri degli Yo Yo Mundi. I riferimenti musicali citati dal gruppo di Alessandria sono il miglior pop anni '80, la canzone d'autore italiana, fino ad arrivare alla "new wave" della new wave degli ultimi tempi (Editors, White Lies, ecc).

I Tomakin ci ricordano, almeno nell'approccio, alcuni gruppi del panorama musicale nostrano. Ad esempio avvertiamo echi di Baustelle nel gradevole e ben riuscito singolo "Bar Code" (vaghi richiami sono presenti anche nel bel testo scritto da Paolo Archetti Maestri NdR)…  poi riascoltando meglio riusciamo a sentirci qualcosa dei Notwist. Niente male. Anche i lievi sentori di Subsonica di "Quando sogno" sfumano velocemente, ricordandoci per davvero la buona e vecchia new wave. Il resto è pop dalle venature new wave. Appunto.

Certo, non si può dire che siano innovativi i Tomakin, ma possono piacere (e molto). La loro musica si fa ascoltare volentieri da qualsiasi pubblico e le liriche sono ben curate, la produzione, a cura di Fabio Martino (sempre degli Yo Yo Mundi), è adeguata al disco. Allora cosa non ci convince nei Tomakin?
Ce lo siamo chiesti (giuriamo). Credo sia questo rimanere a cavallo tra l'alternativo e il radiofonico, rischiando di scontentare tutti. O almeno di scontentare noi

 

 

Tracklist:

1. Quando sogno
2. Bar Code
3. Amore liquido
4. Collasso
5. Maree
6. Joasia
7. Siero
8. La ragazza del ponente
9. New Wave
10. Autoconvinzioni

 

 

- Sito Ufficiale Tomakin
- Sito Ufficiale Sciopero Records
- Sito Ufficiale Libellula Music

 

Brothers in arms, 12/09/2011