Nitritono - Panta Rei [recensione]

 

 

Vai alla lista completa delle Recensioni!
Nitritono - Panta Rei [recensione]

[etichetta: DreaminGorilla Records/Vollmer Industries/Edison Box/Insonnia Lunare Records/Tadca Records/Brigante Records]

the elements mister orange



 

Nitritono - Panta Rei (2017)

 

Esordio discografico sulla lunga distanza per i Nitritono, power duo formato da Luca Lavernicocca (batteria) e Siro Giri (chitarra e voce) che, dopo aver dato alla luce nel 2013 il loro primo ep omonimo, ritornano a 4 anni di distanza per licenziare questo "Panta Rei", frutto di una coproduzione fra più etichette, e registrato e mixato da Enrico Baraldi, bassista degli Ornaments, oltre che grande fonico e produttore. Gli otto brani che compongono l'album, prevalentemente strumentali, si destreggiano fra post rock, noise, architetture math, suoni che sembrano provenire dagli anni '90 e dai primi anni Zero.

"La Morte Di Dio", pesante e profonde, fa il paio con la successiba "La Morte Dell'Io", mentre "Lobotomia" si muove in un gioco di pieni e vuoti nel quale la tensione si fa spasmodica. Ma il capovaloro del disco è probabilmente l'ipnotica e dilatata "L'Atarassia Del Giorno Dopo".

Lavoro potente, portentoso e ottimamente prodotto tra le altre cose: un disco che merita decisamente un ascolto.

 

 

Tracklist:
1.Preludio
2.La Morte Di Dio
3.La Morte Dell'Io
4.Lobotomia
5.Interludio
6.L'Atarassia Del Giorno Dopo
7.Zen-It
8.Postludio

 

- Pagina Facebook Nitritono
- Pagina Facebook DreaminGorilla Records
- Pagina Facebook Vollmer Industries
- Pagina Facebook Edison Box
- Pagina Facebook Insonnia Lunare
- Sito Ufficiale TADCA Records
- Pagina Facebook Brigante Records 

 

Condividi

 

Giacomo Messina 24/04/2018