Dharma Storm - Not An Abyss Prey [recensione]

 

 

Vai alla lista completa delle Recensioni!
Dharma Storm - Not An Abyss Prey [recensione]

[etichetta: Autoprodotto]

the elements mister orange



 

Dharma Storm - Not An Abyss Prey (2017)

 

Esordio discografico sulla lunga distanza per i Dharma Storm, formazione originaria di Ladispoli, composta da  Marco "Brandy" De Angeli (Voice) Nicholas "Mingo" Terribili (drum) Daniele "Harry" Castagna (guitar) Dario "Bois" La Montagna (keyboard) e Gianluca "Piece" Lancianese (bass guitar). "Not An Abyss Prey", questo il titolo del debutto, condensa nelle sue 10 tracce tutte le influenze della band, in primis il symphonic metal, ma si passa anche dal folk al thrash, sfiorando la psichedelia.

Tutti i brani, come da buona tradizione power/symphonic, sono mediamente lunghi, come ad esempio il singolo "Blackout",caratterizzato da tastiere epiche, oppure lo strumentale "Live together... Die Alone", dieci minuti di digressioni quasi prog metal che riescono a essere avvincenti. Purtroppo a penalizzare l'album è una produzione un po' piatta e monocorde che non riesce a restituire l'aggressività delle chitarre, schiacciate dalla magniloquenza delle parti orchestrale.

In definitiva un buon disco di genere, ma difficilmente consigliabile come primo approccio per i neofiti.

 

Tracklist:
1.Immortal Crew
2.Night Of The Burning Skulls
3.Blackout
4.Trail Of Tears
5.Across The Line Of Time
6.Emerged
7.The Possessed One
8.God Is Gone
9.Live Together Die Alone
10.Jolly Roger

 

- Pagina Facebook Dharma Storm 
Sito Ufficiale Red Cat Promotion

 

Condividi

 

Giacomo Messina 27/05/2018