Vai alla lista completa delle Recensioni!
Anomie Belle - The Crush [recensione]

[etichetta: Autoprodotto]

anomie belle




Anomie Belle - The Crush

 

 

 
Non conoscevo Anomie Belle prima dell'ascolto di questo suo secondo lavoro, ma devo dire che è stata una piacevole sorpresa.  Eclettica musicista americana, la ragazza di Portland sa mescolare differenti strumenti e stili musicali all'interno dello stesso disco e addirittura dello stesso brano, pur mantenendo un chiaro orientamento electro-indie.

Il disco scorre via piuttosto velocemente e si lascia ascoltare con piacere, con intrecci di beat electro, synth, violini, chitarre distorte e voci eteree che rimandano ad atmosfere nord europee. Sono infatti notevoli le similitudini vocali tra la Belle e la cantante norvegese Robyn, nota al grande pubblico soprattutto per le collaborazioni con i più famosi Royksopp.

E' doveroso poi mettere l'accento su alcuni brani del disco particolarmente meritevoli, quali l'orecchiabile "Inky Drips" (potenziale singolo da classifica), la title-track "It's a crush" (miscuglio ben riuscito di atmosfere moderne e retrò) e la onirica "Lost Horizon" (perfetta colonna sonora di paesaggi sconfinati).

In conclusione, un disco sicuramente non convenzionale ma piacevole, che ben riesce a coniugare originalità e tecnica con l'immediatezza dei beat che sorreggono i brani.

 

Tracklist
01. Electric Lullaby
02. Inky Drips
03. Machine (feat. Mr Lif)
04. Its a Crush
05. Mosquito in the Closet
06. Bodies Offering
07. Picture Perfect (feat. Jon Auer)
08. Lost Horizon
09. Privilege (feat. Anna-Lynne Williams)
10. On TV
11. Lavender Days
12. Phantom

 

 

- Sito Ufficiale Anomie Belle

 

Luca Piana, 07/01/2012