Vai alla lista completa delle Recensioni!
Spleen Tree - Concerto per rumore in Re Maggiore [recensione]

[etichetta: Autoproduzione]

spleen tree



Spleen Tree - Concerto per rumore in Re Maggiore

 

Confusione. È questo la prima parola che mi viene in mente ascoltando “concerto in re maggiore per rumore” degli Spleen tree, Ep con tre brani. Un mix tra i Marlene kuntz più incazzati e pretese poetiche alla Massimo Volume, senza avere la profondità e ,ovviamente trattandosi di gruppo giovane, il retroterra culturale del gruppo di Clementi e Palazzi.

Terreno insidioso quello del rock e poesia(non a caso l’ultimo pezzo “ Sonata di uno spaventapasseri” contiene dei versi di Pessoa , niente di meno), non basta urlare nel microfono “tempo”,  “amore” e ripetere frasi per ¾ volte di fila per diventari credibili. Tecnicamente è un gruppo molto valido anche se un pò piatto, nonostante i continui cambi di ritmo.

Sono un pò prevenuto ma qui manca ancora una indentità propria, un’idea di musica, una linearità di scrittura. Per ora sembra essere solo un gruppo dei tanti, di quelli che ad un ipotetico festival suonano alle 14 e che poi nessuno si ricorda più.  Li aspettiamo alla prossima prova magari con le idee un pò più chiare.

 

 

Tracklist

01 - Ballata per le mosche
02 – Sinfonia cremisi
03 – Sonata di uno spaventapasseri

 

- http://www.myspace.com/spleen.tree

 

 

beggar, 11/01/2012