Vai alla lista completa delle Recensioni!
Rhumornero - Il cimitero dei semplici [recensione]

[etichetta: Autoproduzione]

rhumornero




Rhumornero - Il cimitero dei semplici

 

 

Il secondo lavoro dei Rhumornero, intitolato “Il cimitero dei semplici”, conferma la band toscana come una delle realtà del panorama indie-alternative tra le più interessanti. Nel disco, pur potendo gustare brevi momenti quasi pop rock come la bellissima ballata “L’incanto”, il filo conduttore resta l’energia, un alternative rock con influenze metal.

Fin dal primo brano “ouverture” il gruppo mette subito in chiaro che non si tratta del solito progetto sviluppato a tavolino senza anima e cuore, ma che si suona davvero, tanto e bene,  con energia, con voglia, col coltello tra i denti, e il messaggio che arriva all’ascoltatore è “preparatevi a fare headbanging!!”. Sferzate di chitarre, ritmi cupi e ossessivi ed esplosioni di energia alternate alla dolcezza del cantato. Ottimi i suoni, ottima la tecnica e anche molto curati e mai banali i testi, che trattano di sogni disillusi, di discariche, di gas tossici, del dio denaro e della mancanza di futuro per i giovani sognatori d’oggi. 

Un lavoro vario ma mai scontato né commerciale, una ventata di freschezza che esce dalla routine del solito alternative italiano di stampo “Afterhours o Marlene”, ma che offre una visione più trasversale, più cruda, più intima e interiore, più ossessiva. L’ennesima dimostrazione che anche cantando in italiano si riesce a fare dell’ottimo hard rock, che non ha nulla da invidiare a band oltremanica o oltreoceano.

Insomma un album vero, onesto e diretto, suonato e cantato ad arte e di cui consiglio senza alcun dubbio l’ascolto!

 

 

Tracklist
1)Overture
2) Ho perso la direzione
3) Schiavi moderni
4) La condanna
5) Vita da cani
6) L’ incanto
7) Sangue del tuo sangue
8) Luca dice che si ammazzerà
9) I giorni del delirio
10) La Papessa
11) Il cimitero dei semplici

 

- Sito Ufficiale Rhumornero

 

DRJ, 21/01/2012