Vai alla lista completa delle Recensioni!
Vetrozero - Temo solo la malattia [recensione]

[etichetta: vrec]

vetrozero temo solo la malattia




Vetrozero - Temo solo la malattia

 

 

Primo disco per i Vetrozero, band trentina formatasi nel 1999, ma ucita allo scoperto per il grande pubblico solo recentemente. Leggo che i ragazzi sono stati finalisti all'Heineken Jammin Contest nel 2010, il che mi incuriosice e mi spinge a cliccare sul play con un po' di curiosità in più.

Ed in effetti il disco si presenta come molto ben suonato e prodotto, sin dal primo ascolto si nota la cura nei suoni e negli arrangiamenti, che evidenzia il lungo lavoro effettuato dalla band sui brani dell'album. A livello di forma tutto ok quindi.

A livello di sostanza, però, il disco è un po' altalenante. I Vetrozero suonano un rock filoamericano anni 90 che nei suoi punti più hard ricorda i Foo Fighters e nei più soft Neil Young. Si nota qualche spunto interessante (vedi "Il mostro" o "Contagocce"), ma col passar del tempo l'album risulta un po' noioso. Impossibile poi non sottolineare il cantato piuttosto irritante, nonstante alcuni buoni spunti a livello testuale.

Quindi, un disco che convince a metà. Molto buono a livello formale, ma poco incisivo quando si tratta di rimanere nella mente dell'ascoltatore.

 

Tracklist

1 - Grisou
2 - Biarso
3 - Il mostro
4 - Treno freno
5 - Contagocce
6 - Io + solo - vivo
7 - Soffiando contro vento
8 - Ultra intro
9 - Emodinamica
10 - Una pistola non dice: Salve!
11 - Solubile
12 - Ninna nanna

 

- Sito Ufficiale Vetrozero
- Sito Ufficiale Vrec
- Sito Ufficiale Davvero Comunicazione

 

Luca Piana, 21/01/2012