Vai alla lista completa delle Recensioni!
Legittimo Brigantaggio - Liberamente tratto [recensione]

[etichetta: Cinico Disincanto]

legittimo brigantaggio





Legittimo Brigantaggio - Liberamente tratto

 

Quarto disco per i laziali Legittimo Brigantaggio, una realtà ormai consolidata nel panorama italiano, presente sulla scena dal lontano 2002. Il gruppo suona un folk-rock facilmente riconducibile, almeno nelle liriche, ai famosi cantautori de noaltri quali Ivano Fossati, ma con un orientamento musicale sicuramente più  contaminato. La cura degli arrangiamenti infatti è la prima cosa che colpisce l'orecchio di chi ascolta, veramente ben fatti.

Ad essere sinceri gli arrangiamenti sono la seconda cosa che si nota. La prima è il timbro del cantante che, obiettivamente, è fastidioso. Sicuramente in parte la cosa viene compensata dai testi effettivamente ben fatti, impegnati e densi di significato. Ma ciò non toglie che mi sfugge come si possa contare su un cantato del genere per una così lunga attività.

Il disco, comunque, si segnala senza dubbio per esser ben suonato e per avere una certà identità piuttosto definita. E' giusto sottolineare però quanto risulti poco vario e sostanzialmente noioso, e quanto si faccia fatica a riuscire a soprassedere sul cantato cantilenante che imperversa su tutti i brani, rendendo davvero difficile ascoltare il disco per intero. Insomma vorrete sapere se è un disco che vale la pena di comprare. Direi  di no.

 

 

Tracklist

1 - USCITA OPERAI
2 - LA LETTERA VIOLA
3 - IL DIAVOLO NELLA CAMERA OSCURA
4 - I CIELI NON SONO UMANI
5 - IL DADO
6 - EUCALYPTUS
7 - L'ATTIMO IDEALE
8 - RUVIDO
9 - AFFARI DI FAMIGLIA
10 - TEMPO DI UCCIDERE

 

- Sito Ufficiale Legittimo Brigantaggio
- Sito Ufficiale Cinico Disincanto
- Sito Ufficiale Libellula Music

 

Luca Piana, 31/01/2012