Vai alla lista completa delle Recensioni!
2Pigeons - Retronica [recensione]

[etichetta: La Fabbrica]

2 pigeons retronica





2Pigeons - Retronica  (2012)

 

Retro-estetica sovietica e riferimenti musicali postmoderni, austerità nel look e suoni syntethici. Un po’ Kirlian Camera, un po’ teknopunkcabaret. Raffinatezza e perizia à go go. Proposta bizzarra, insomma, quella dei 2Pigeons (Chiara Castelli+Kole Laka). Arduo discernere, nella giungla dei sottogeneri dell’elettronica contemporanea, la fonte alla quale il duo si è abbeverato maggiormente: dubstep, downtempo, electro, house, trip hop, echi industriali e via così. Se si dovesse trovare una pecca, la si dovrebbe rintracciare nel sovraccarico di manierismo. Ma sono minuzie, ed il viaggio di Retronica scorre via alla grande.

Le architetture downtempo risultano infinitamente più eleganti e sensate delle tonnellate di immondizia lounge degli aperitivi happy hours. Superfluo, in un pastiche così ben fatto, analizzare uno ad uno gli episodi più rilevanti. Giusto per citare qualcosa: Capovilla interviene in Turtulleshe, una canzone popolare albanese che si trasforma in una imponente industrial-rock song, ed un brivido sale sulla schiena. Non è, questa, l’unica collaborazione importante: troverete pure Roy Paci o Giovanni Gulino (Marta sui Tubi). Splendida Satellite: voce campionata in loop su un pattern ritmico trip-hop, Chiara Castelli ci canta sopra, il pezzo sale, si apre a soluzioni indie-emotional che sciolgono il cuore. È il nuovo album degli Scisma aggiornati al 2012? Non da meno Nervous Countdown, dove la lezione industrial si mescola con la raffinata melodia di certo new jazz, lo sguardo è intanto puntato in direzione dello spazio….. Finale coi fiocchi.

Una considerazione particolare merita, in ultimo, l’approccio in senso lato analogico: il mastermind del suono di 2Pigeons non ricorre, infatti, al computer. La robustezza di un approccio che predilige macchine, tastiere, groove e wave-station si sente anche nel disco. Il risultato è la re-umanizzazione del suono elettronico. D’altronde Kole Laka non è solo un sound engineer, ma principalmente un musicista. Disco da ascoltare e riascoltare per entrarci definitivamente dentro.

Se avete la possibilità, andate a vederli dal vivo. State tranquilli, non vi troverete di fronte a finti nerd con gli occhiali da nerd che, statici di fronte al proprio laptop, smanettano su software tanto sofisticati quanto noiosi. Assisterete invece ad uno spettacolo a modo suo teatrale, fatto da due veri professionisti.

 

 

 

Tracklist
1. Completely Lost
2. Hard Working Space
3. 9mm Parabellum
4. Reptile5. Ikarus
6. Turtulleshe
7. Seven Steps
8. Ghost Dog
9. Teknowest
10. Satellite
11. Nervous Countdown

 

- http://www.myspace.com/2twopigeons
- Sito Ufficiale La Fabbrica Etichetta Indipendente
- Sito Ufficiale Fleisch Agency

 

p.m., 05/03/2012