Vai alla lista completa delle Recensioni!
Visioni di Cody - Gritole [recensione]

[etichetta: Brutture Moderne]

visioni di cody - gritole



 

 

Visioni di Cody - Gritole (2012)

 

 

Ammettiamolo, fare rock italiano non è semplice. La lingua più musicale del mondo mal si concilia con la musica del diavolo. Certo è ,allo stesso tempo, che c’è chi ha compiuto il miracolo. Innumerevoli sono i gruppi che col passare degli anni ci hanno provato, ma c’è da fare un distinguo ben preciso. Una cosa è il rock con le dita a formare le corna e la testa che si muove per mostrare i bei capelli lunghi tutt altro è il folk rock. Quel genere che in italia ha preso enormemente piede e che cerca di abbinare ad una melodia di chiara ispirazione “ Drakeiana”, testi che narrano d’ amori finiti e immagini di una italia allo sfacelo.

Ed è in quest’ultimo contesto che si inserisce il quartetto tosco-emiliano delle Visioni di Cody. La partenza di questo Gritole non è niente male; le prime due tracce fanno onore ai conterranei Perturbazione e ai dirimpettai Virginiana Miller. Paradossalmente però è quando il ritmo aumenta alla terza traccia che il lavoro perde potenza espressiva. Le Visioni di Cody vanno oltre le proprie capacità e sfociano in un rock che vorrebbe ricordare i geniali Offlaga Disco Pax ( Dai ) o i giocolieri delle parole Marta sui Tubi ( U.ba.le.na. ) e che si perde inevitabilmente in qualcosa di già sentito ( Puttana Miseria ) o addirittura irritante ( Colpi secchi ) per terminare questo Gritole con un omaggio al nuovo messia del folk rock italiano, Dente.

Che gli amici di Kerouac non si abbattano in pochi hanno moltiplicato i pani e i pesci agli altri non resta che copiare.

 

 

Tracklist

1.    Il mare che sacca la terra
2.    La piscina del dottore
3.    Dai
4.    U.ba.le.na.
5.    Claudio
6.    Puttana Miseria
7.    Il dolore che il cuore non sente
8.    Colpi secchi
9.    La flemma di pietro
10.    Un bel da fare

 

 

- Sito Ufficiale Visioni di Cody
- Sito Ufficiale Brutture Moderne
- Sito Ufficiale Promorama

 

Fabio, 19/03/2012