Vai alla lista completa delle Recensioni!
Last days of April - Gooey [recensione]

[etichetta: Bad Taste Records]

last days of april - Gooey

 

 

 

Considerati all’inizio della loro carriera una delle band più significative del vero emo rock (non quello che viene definito emo oggi), gli svedesi Last Days Of April hanno continuato la loro carriera sfidando le mode e e andando controcorrente, mantenendo il proprio stile ma orientando il loro sound verso il folk americano. Chitarre acustiche, slide e melodie sognanti fanno da padrone in questo nuovo disco che vede anche la presenza di personaggi importanti come Evan Dando nella dolcissima e malinconica “All the same”, o Tegan Quin nella conclusiva “If (don’t ever blame yourself)”. Quello dei LDOA è sempre stato uno stile dove la magia delle melodie riesce a creare un’atmosfera particolarmente coinvolgente e anche “Gooey” ne è un esempio concreto.

Anche nella nuova veste indie-folk i Last Days of April mettono in musica una serie di emozioni che sorprendono per intensità. L’intro elettronica di “Why so hasty?” spiazza per la sua imprevedibilità e lascia poi spazio a una veloce ballata dove banjo e chitarre elettriche convivono in maniera perfetta raggiungendo l’apice dell’intero album. “Gooey” è un disco che non tradisce chi ha sempre amato la band ma avvicina anche chi non li conosceva ancora. E chi li segue da tempo come il sottoscritto non può che essere soddisfatto di questo nuovo lavoro.

 

 

Tracklist:
1.    No Time For Dreams
2.    I Think You’re Everything
3.    America
4.    I Can’t Control It
5.    Heart
6.    All The Same
7.    Why So Hasty?
8.    Forget About It
9.    In Ink
10.    What Is Here For You Is What You Bring With You
11.    If (Don’t Ever Blame Yourself)

 

- Sito Ufficiale Last Days Of April
- Sito Ufficiale Rude Records

 

Nick, 30/4/2011