Vai alla lista completa delle Recensioni!
Venezia – La Culla [recensione]

[etichetta: 800A Records]

venezia la culla



 

Venezia – La Culla        (2012)

 

 

Andrea Venezia (voce e armonica) è un tipo losco: uno strano figuro a metà strada tra il predicatore invasato, il croner e il bluesman. Insieme ai suoi sodali Donato Di Trapani (elettronica, timpani e sonagli) e Roberto Conigliaro (batteria), ha dato vita a un album d'esordio da leccarsi i baffi: storto, potente, devastante, allucinato.

La produzione è affidata a quel Fabio Rizzo, già al lavoro per Waines e Pan Del Diavolo. L'iniziale “Troppo Tardi”, viaggia tra ritmi ossessivi alla Suicide e atmosfere alla Einstuerzende Neubauten. La title-track è un blues obliquo e delirante, un'improbabile jam tra Robert johnson, Old Time Relijun e Tom Waits. “Il Pozzo” ha un groove da discoteca infernale, mentre “Dolce è La Sera”, è una ballatona con tanto di Hammond che fa tanto anni '70. La chiusura è affidata al sabba orgiastico di “Cenere E Fumo”, cioè Birthday Party che copulano con “Frankie Teardrop”.

La 800A Records si conferma una fucina di talenti, e questo disco è l'ennesimo colpo messo a segno.

 

 

Tracklist:
1.Troppo Tardi
2.La Culla
3.Il Pozzo
4.Whiskey Harp (Part I)
5.Whiskey Harp (Part II)
6.Dolce è La Sera
7.Oramai
8.Cicli
9.Mondo Di Consumi
10.Cenere E Fumo

 

 

- http://www.myspace.com/veneziand
- Sito Ufficiale 800A Records
- Sito Ufficiale Unomundo

 

Giacomo Messina, 01/09/2012