Vai alla lista completa delle Recensioni!
CarryAll - Drink It Yourself [recensione]

[etichetta: Ammonia Records]

carry all drink it yourself



 

CarryAll - Drink It Yourself      (2012)

 

Punk west-coast anni ‘90, venature rock e influenze ska: ecco gli ingredienti del buon cocktail da gustare “Drink It Yourself”, nuovo album dei friulani CarryAll, gioco di parole in cui si invita al noto “Do It Yourself”, un fai da te più che mai attuale sia per scelta che per necessità, e non solo in ambito discografico, come sottolinea il leader della band Enea: “Il crollo del mercato discografico d’altronde non ti dà alternativa, se vuoi andare avanti devi farlo con le tue gambe e se credi davvero in quello che fai iniziare a correre ti viene spontaneo.”

Dopo quattro anni dal precedente lavoro "Emotivhate", con cui i CarryAll avevano conquistato la Warner Cinema USA e i loro brani erano stati inseriti come colonna sonora di alcune famose serie televisive come The OC, Smallville, Veronica Mars, questi giovani musicisti carnici, sette componenti in tutto fra chitarre, percussioni, cori e fiati, ritornano con tredici brani autoprodotti di grande qualità, anche a livello tecnico.

Un album vivo e pieno di energia sia a livello musicale che a livello di testi, positivi e a volte goliardici; un album che strizza l’occhio al passato remoto (è presente infatti la cover del classico "You Rascal You" di Fletcher Henderson) e al passato prossimo dell'ondata punk americana (NOFX, Less Than Jake, Pennywise, Bad Religion, Rancid), mescolando tutto in uno stile personale e unico.
Bella la intro “I do it or myself”, lenta e dal gusto retrò, a cui segue “D.I.Y.”, dominato da fiati e chitarre più ska e danzerecce che non si fermano fino alla fine, con la closing track “Rocking rag” che richiama le atmosfere delle band che popolavano le strade di New Orleans ad inizio del secolo scorso.

Richiamo ai tempi passati anche nell’artwork della copertina del disco, curato dalla band stessa sulle illustrazioni di Roberto "Obi" Candotti, in cui l’imbonitore di una campagna pubblicitaria mostra orgoglioso la sua bottiglia di liquore “D. I. Y.” fatto in casa.

 


Tracklist:
01 I do it for myself
02 D.I.Y.
03. Denise wa a liar
04. It doesn't matter
05. Distorted reality
06. Brand new day
07. Double malt happiness
08. What's the matter with us?
09. You rascal you (Fletcher Henderson cover)
10. No fun in my hometown
11. Nothing changes (in Italy)
12. My own way
13. Rocking rag

 

- Sito Ufficiale CarryAll
- Sito Ufficiale Ammonia Records
- Sito Ufficiale E Grapes Promotion

 

Adriana Matone, 19/12/2012