Vai alla lista completa delle Recensioni!
Controllo Elettronico Della Velocità – A Tutta Birra [recensione]

 [etichetta: Dischi Bervisti]

controllo elettronico della velocità - a tutta birra



 

Controllo Elettronico Della Velocità – A Tutta Birra      (2012)

 

Nato nel 2010, il Controllo Elettronico Della Velocità, power trio anomalo senza basso, solo chitarra, batteria ed elettronica, si autodefinisce un “movimento sociale ispirato alla strada e alle vicissitudini di normali cittadini alle prese con la quotidianità di un sistema che spesso fa incazzare”.

Non stupisce quindi il fatto che “A Tutta Birra” sia un vero e proprio concept-album, che fa il paio con il debutto “Allacciate Le Cinture”, dedicato alla “giungla d'asfalto”. L'atteggiamento della band è volutamente ironico, dissacratorio, e, permettetemi il termine, piacevolmente cazzone. Contemporaneamente il trio ci da dentro con forza: quello del CEDV è un hardcore ipercinetico, ma capace anche di improvvise deviazioni: prendiamo ad esempio “Full Optional”, disturbante industrial da colonna sonora Lynchiana, oppure “Il Blues Del Divieto Di Sosta”, riff stoner cadenzato che si alterna a sfuriate devastanti.

“A Tutta Birra” è un disco divertente e fuori dagli schemi, e il Controllo Elettronico Della Velocità si conferma uno dei progetti più interessanti del sottobosco indie italiano.

 

 

Tracklist:
1.113
2.Alt Dogana
3.Fuori Dal Casello
4.Full Optional
5.L'Ausiliario
6.Il Blues Del Divieto Di Sosta
7.Ma Dai!
8.Fausto E Furio
9.Run-Pollo
10.Supersbirro Megafiga
11.Re Del Freno A Mano
12.Autobot

 

- http://www.facebook.com/controlloelettronicodellavelocita
- http://www.facebook.com/dischibervisti

 

Condividi

 

Giacomo, 19/02/2013