Vai alla lista completa delle Recensioni!
Leon – Come Se Fossi Dio [recensione]

 [etichetta: Treparole/Edel]

leon come se fossi dio



 

Leon – Come Se Fossi Dio     (2013)

 

Album d'esordio per Leon, cantautore “ cresciuto fra la solitudine delle montagne valdostane, nell'estremo angolo nord ovest d'Italia, in una gabbia fatta di montagne, brina e spleen annegato nell'alcool”, citando le parole dello stesso artista. Personaggio controverso, audace, che non ha paura di provocare e toccare temi scottanti. Prodotto da Pietro Foresti, già al lavoro per Valeria Rossi, Scomunica e Tracii Guns, “Come Se Fossi Dio” è un album in cui si fondono pop, elettronica, vena cantautoriale e critica feroce al politically correct.

La title-track è subito un pugno nell'occhio, una torbida e sensuale frustata acoustic/synthpop alla Depeche Mode. “Ego Te Absolvo” tocca in maniera ironica e pungente un tema tutt'altro che facile come quello dei preti pedofili, “Nel Gin”, singolo dell'album è una malinconica melodia rétro. C'è anche una splendida versione cantata in francese di “Wicked Game” di Chris Isaak, avvolta in voluttuose nebbie elettroniche.

Il coraggio di osare, di mettere da parte falso perbenismo e ipocrisie ha pagato, e “Come Se Fossi Dio” è sicuramente un album che merita un ascolto attento e interessato.




Tracklist:
1.Come Se Fossi Dio
2.Bellissima
3.Canto Notturno
4.Encore
5.Immagini
6.Profughi
7.Ego Te Absolvo
8.Giorni Di Pioggia
9.Nel Gin
10.Wicked Game (french version)
11.Nel Gin (rmx Nedagroove)



- Sito Ufficiale Leon
- Sito Ufficiale Laltoparlante

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 22/03/2013