Vai alla lista completa delle Recensioni!
Sailor Free – Spiritual Revolution [recensione]

 [etichetta: Tide Records]

sailor free spiritual revolution



 

Sailor Free – Spiritual Revolution      (2013)

 

Ritornano, dopo ben diciotto anni di assenza (il loro ultimo album “The Fifth Door” è infatti del 1994) i Sailor Free, storica prog-band romana, in attività da oltre vent'anni. David Petrosino (voce, piano, tastiere), Stefano “The Hook” Barelli (chitarre), Alphonso Nini (basso) e Stefano Tony (batteria), ritornano con “Spiritual Revolution”, concept-album ambizioso, liberamente ispirato al Tolkien del Silmarillon.

Album complesso, stratificato, ricco di riferimenti, dai toni inevitabilmente epici e maestosi: “Spiritual Ouverture”, l'opener, è un brano paradigmatico per comprendere l'intero disco: si tratta di una vera e propria mini-suite con una prima parte strumentale dal sapore space-ambient, con tanto di voci trovate, che lascia poi spazio a una cavalcata di stampo prog-metal, per poi chiudersi con una lunga outro classicheggiante. Tantissime le fonti di ispirazione della band: possiamo sentire i Cult in brani come “The Run”, o ancora le elucubrazioni post-metal dei Tool in “War”o ancora l'art prog-metal di Queensryche e Dream Theater in “The Curse”.

Insomma, “Spiritual Revolution” non è certo un disco facile, richiede invece un ascolto attento e meditato. Si tratta del classico album che si ama o si odia: a me è piacuto tanto, per la perizia tecnica della band, per la vastità di riferimenti, per la sua ambizione. Non posso che consigliarlo a tutte e a tutti.




Tracklist:
1.Spiritual Ouverture
2.A New World
3.The Run
4.Betray
5.The Curse
6.Daeron
7.Spiritual Revolution
8.War
9.The Entropia
10.Faithless
11.Beyond The Borders
12.Break The Cycle
13.My Brain
14.A Great Hope

 

 

- Sito Ufficiale Sailor Free
- Sito Ufficiale Tide Records

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 24/03/2013