Vai alla lista completa delle Recensioni!
The Doormen - The Doormen [recensione]

[etichetta: autoproduzione]

the doormen

 

 

Sulla scia del rock-wave che tanto va di moda negli ultimi tempi, dove ritmiche ballabili e chitarre distorte ripercorrono idealmente i fasti del post-punk, anche gli italiani Doormen presentano quel tipo di sound che ha visto arrivare al successo band come Editors, Interpol e White Lies. Già dalle prime note di “Italy”, il pezzo che apre il disco e che suona come un omaggio al proprio paese, non si tradiscono gli insegnamenti dark dei Joy Division, ma durante l’ascolto di tutto il disco si respira un’aria cupa come dimostrano ad esempio “Modern Depression” e “Goodnight”.

Prodotto e mixato da Paolo Mauri (già Afterhours), l’album omonimo dei Doormen è un disco godibile e piacevole all’ascolto per la sua immediatezza ma pecca forse di scarsa originalità. Tra i dodici brani comunque sono molti gli episodi sui quali è inevitabile battere il piede a tempo e la giovane età della band fa ben sperare in larghi margini di crescita soprattutto sul fronte di un sound più personale e meno legato a stereotipi ormai noti.

 

Tracklist:

01. Italy
02. Modern Depression
03. New Season
04. I'm full
05. 24
06. Goodnight
07. Now I'm here
08. Here comes that bitch
09. You can't stop me
10. Impossible love
11. Wow
12. More time

 

- http://www.myspace.com/thedoormenmusicitaly

- Sito Ufficiale Promorama

 

Nicolò, 16/06/2011