Vai alla lista completa delle Recensioni!
The Hollyhocks – Pop Culture [recensione]

 [etichetta: TDMC Records]

pop culture



 

The Hollyhocks – Pop Culture    (2013)

 

Debutto sulla lunga distanza per The Hollyhocks, band torinese attiva dal 2009 e con un Ep, “A Place To Hide”, già all'attivo.

“Pop Culture” è il nome del disco, ma il gruppo, formato da Mattia Pafundi (voce, chitarra, synth), Giorgio Rinaldi (basso), Paolo Gallicchio (chitarra, synth) e Gianluca Sivieri (batteria), avrebbe potuto benissimo chiamarlo “Eighties Culture”: si tratta infatti di un lavoro che è un concentrato di suggestioni ora synthpop, ora postpunk, il tutto unito ad un alto tasso di “danceabilità”; basti pensare ad esempio a pezzi come “Lack Of Sense”,pura electro presa di peso e portata intatta fino agli anni zero, oppure al singolo à la Depeche Mode “Drowning Boulevard”, o infine a “Bind Me”, che rilegge il tutto con una vena indie alla Arctic Monkeys.

Il brano più riuscito dell'album è sicuramente “Lack Of Sense”, con la sua ritmica isterica e l'esplosione di synth nel refraim, un brano che ricorda i migliori Ultravox!, quelli di John Foxx.
Lavoro godibile quello degli Hollyhocks, cui però difetta purtroppo un pizzico di originalità. Nei prossimi lavori sarà ora di mostrare veramente i denti.

 

 

Tracklist:
1.Intro
2.Drowning Boulevard
3.Animals
4.Pleased
5.Night Lights
6.Bind Me
7.Want
8.Lack Of Sense
9.0cean

 

- Sito Ufficiale The Hollyhocks
- Sito Ufficiale TDMC Records
- Sito Ufficiale Dreamingorilla

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 02/06/2013