Vai alla lista completa delle Recensioni!
Coilguns – Commuters [recensione]

 [etichetta: Pelagic Records]

coilguns commuters



 

Coilguns – Commuters  (2013)

 

Più volte recensiti qui su KdCobain, i Coilguns, band svizzera formata da una costola dei The Ocean, arrivano finalmente all'attesissimo debutto sulla lunga distanza. Il terzetto formato da Louis Jucker (voce), Luc Hess (batteria e basso), Jona Nido (chitarra, basso, mini-moog), si conferma campione si conferma campione di un math/metalcore alla Converge/Dillinger Escape Plan, capace di creare un muro di suono annichilente: grande merito di ciò va a Jona Nido e al suo sistema di pedali e amplificatori che gli permettono di suonare come due chitarristi e un bassista contemporaneamente.

Tutto il disco è stato registrato con un'attitudine “punk”, dal vivo, senza sovraincisioni o effetti di postproduzione (voci a parte). Ed ecco che nasconi cosi pezzi come la title-track, divisa in due parti: la prima un cadenzato assalto all'arma bianca, la seconda dalle atmosfere più meditabonde. O ancora i pazzeschi riff di “Minkowski Manhattan Dance”, con la partecipazione di Keijo Niinima dei Nasum, o la ferocia di “Submarine Warfare Anthem”.

I Coilguns non deludono le attese, e ci regalano un disco che non può mancare nello scaffale degli appassionati del genere.

 

 

 

Tracklist:
1.Commuters Part 1
2.Commuters Part 2
3.Hypnograms
4.Machines Of Sleep
5.Plug-In Citizens
6.Submarine Warfare Anthem
7.Minkowski Manhattan Distance
8.Blunderbuss Committee
9.21 Almonds A Day
10.Flippists/Privateers
11.Earthians

 

- http://coilguns.bigcartel.com/- Sito Ufficiale Pelagic Records
- Sito Ufficiale Kick Start My Band Promotion

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 16/06/2013