Vai alla lista completa delle Recensioni!
Ofeliadorme – Bloodroot [recensione]

 [etichetta: The Prisoner Records]

ofeliadorme bloodroot



 

 Ofeliadorme – Bloodroot  (2013)

 

Secondo lavoro sulla lunga distanza per gli Ofeliadorme, formazione bolognese composta da Francesca Bono (voce, chitarra, farfisa), Gianluca “g.Mod” Modica (basso), Michele “Post” Postpischi (batteria) e Tato Izzia (chitarra e tastiere). Il nome dell'album, “Bloodroot”, prende spunto da un fiore di color bianco della famiglia delle Papaveracee, utilizzato dagli Indiani d'America come medicinale e filtro d'amore, le cui radici, se recise, secernono un liquido rosso simile al sangue.

Tutto l'album è un piccolo capolavoro di leggiadria, di atmosfere sospese e rarefatte, nel quale spicca un'attenzione ai dettagli più minimi. Prendiamo ad esempio l'opener “Last Day First”, un brano avvolgente, caratterizzato da piccoli tocchi di wurlitzer ed appena percettibili pennellate di mellotron che lasciano spazio, nel finale, a un esplosione rumoristica che richiama la “Karma Police” dei Radiohead. O ancora, la delicata nenia pischedelica di “Brussels”, che vede la partecipazione della cantante e attrice Angela Baraldi e di Vittoria Burattini, baterista dei Massimo Volume.

“Bloodroot” è un disco breve (appena mezzora di musica), ma capace di lasciare il segno in maniera mai scontata o banale.

 

Tracklist:
1.Last Day First
2.Bloodroot
3.Magic Ring
4.Pumpkin Girl
5.Brussels
6.Ulysses
7.Predictable
8.Stuttering Morning
9.Otherwise

 

- Sito Ufficiale Ofeliadorme
- Sito Ufficiale The Prisoner Records
- Sito Ufficiale Unomundo

 

Condividi

Giacomo Messina, 03/07/2013