Vai alla lista completa delle Recensioni!
Aemaet – Human Quasar [recensione]

 [etichetta: Red Cat Records]

aemaet human quasar



 

Aemaet – Human Quasar     (2013)

Esordio sulla lunga distanza per gli Aemaet, formazione composta da Cristian Suardi (voce e tastiere), Giovanni Ialongo (chitarra elettrica), Cristian Ciccone (basso) e Stefano Di Russo (batteria). Dopo l'Ep “Muse Of Lust” del 2011, la band laziale ritorna con questo “Human Quasar”, concept album che vive di dualità, idealmente diviso in due metà: la “White Matter”, la materia bianca in cui tutto è tangibile, fisico e reale, e la “Dark Matter”, la materia oscura che giace nei meandri del subconscio.

Musicalmente parlando, quello degli Aemaet (in ebraico significa “verità”), è un post-grunge oscuro, dalle venature elettroniche: ci sono brani potenti, vere e proprie scariche adrenaliniche come l'uno-due d'apertura “Vetus Ordo Seclorum” e “The Iconoclasts”, e pezzi immersi in atmosfere cyber-psichedeliche come la straordinaria “Paradoxical Sleep”, brano che riesce a fondere Tangerine Dream, primi Floyd e Tool.

“Human Quasar” è un disco non facile, che richiede attenzione, ma non mancherà di stupire per potenza e maturità compositiva.

 

 

Tracklist:
1.Vetus Ordo Seclorum
2.The Iconoclasts
3.A Boy Called Hermes
4.Demons Of Dawn
5.Andy The Mothman
6.Sumber
7.The Hangman
8.Shadow
9.Paradoxical Sleep
10.A Shelter From Dreams

 

- https://www.facebook.com/Aemaet
- Sito Ufficiale Red Cat Promotion

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 14/07/2013