Vai alla lista completa delle Recensioni!
Rev Rev Rev – S/t [recensione]

 [etichetta: autoproduzione]

rev rev rev



 

Rev Rev Rev – S/t        (2013)

 

Esordio (omonimo) sulla lunga distanza per i Rev Rev Rev, formazione modenese composta da Sebastian Lugli (chitarra), Laura Iacuzio (voce, basso), Alain Rossi  (batteria). Figli illegittimi dei My Bloody Valentine, i Rev Rev Rev licenziano un album che trasuda shoegaze da tutti i pori: muri di chitarre distorte, voci femminili angeliche, colate di feedback, anche se in realtà il sound è più variegato di quello e meno monolitico di quello che ci si potrebbe aspettare.

“Honey Sticky Fingers” è cupa, ossessiva, grave e minacciosa, un pericoloso incrocio tra Sonic Youth e Jesus & Mary Chain, “Catching A Buzz” è al contrario eterea e celestiale, “Probability” è rock n'roll sepolto sotto una coltre di distorsioni, “Wave Speech” fornisce invece una visione lisergica del classico indie rock americano alla Pixies.

“Rev Rev Rev” è un disco che merita attenzione, forse un po' legato ai suoi modelli di riferimento, ma per nulla scontato o banale:sarà interessante seguire la crescita e l'evoluzione di questa band.

 

 

 

Tracklist:
1.Ps_Cube
2.Honey Sticky Fingers
3.Blue On Red
4.Meaning Occurs
5.Catching A Buzz
6.Wave Speech
7.Probability
8.Moonlight Soundscape
9.Rip The Veil

 

- https://it-it.facebook.com/revrevrev.band
- Sito Ufficiale Promorama

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 22/10/2013