Vai alla lista completa delle Recensioni!
Green Like July – Build A Fire [recensione]

[etichetta: La Tempesta]

green like july build a fire



 

Green Like July – Build A Fire           (2013)

 


Terzo album per i Green Like July, formazione composta da Andrea Poggio (voce), Paolo Merlini (batteria), Roberto Paravia (basso) e Marco Verna (polistrumentista). “Build A Fire” viene a due anni di distanza dal precedente “Four Legged Fortune”, e segna uno scarto rispetto al passato della band, evidenziato sia dal cambio di line-up che dal cambio di etichetta. Il disco vede la preziosa presenza di Enrico Gabrielli dei Calibro 35, che ha curato gli arrangiamenti, e, come il precedente, è stato registrato da A.J. Mogis presso gli ARC Studios di Omaha, in Nebraska.

Il disco si apre con “Moving To The City”, ed è subito folgorazione: immaginate la E-Street Band, priva di certa pomposità del Boss, suonare dell'ottimo indie-folk pop, un wall of sound trascinante, brillante. L'album potrebbe benissimo chiudersi qui, ma per fortuna continua: c'è l'hard-soul alla Free di “Borrowed Time”, riff spezzati, sound caldo e avvolgente; il pop sognante di “An Ordinary Friend”, le atmosfere amare di “Johnny Thunders”, e la solare e lievemente agrodolce ballad di “Agatha Of Sicily”.

Sembra tutto troppo perfetto per essere vero, ma è così: “Build A Fire” è un gioiello di disco.

 

 

Tracklist:
1.Moving To The City
2.Borrowed Time
3.An Ordinary Friend
4.Agatha Of Sicily
5.Tonight's The Night
6.Good Luck Bridge
7.A Well Welcomed Change
8.Johnny Thunders
9.Robert Marvin Calthorpe

 

- https://it-it.facebook.com/GreenLikeJulyFourLeggedFortune
- Sito Ufficiale La Tempesta
- Sito Ufficiale Lunatik

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 07/11/2013