Vai alla lista completa delle Recensioni!
In My June – Leaves Don't Fall By Chance [recensione]

[etichetta: Garage Records]

leaves don't fall by chance in my june



 

In My June – Leaves Don't Fall By Chance       (2013)

 

 

A due anni di distanza dal fortunato esordio “Blind Alley”, ritornano gli In My June con “Leaves Don't Fall By Chance”, un lavoro che segna una netta svolta rispetto al recente passato: via il violoncello e dentro il synth, la band, con l'addio della violoncellista Laura, è diventato un duo (Ricky e Paolo). Cambia anche il sound: la matrice è sempre l'indie folk alla Elliot Smith/Bonnie Prince Billy, ma la struttura dei brani si fa più ampia e complessa, grazie anche al lavoro  dietro le quinte di Marco Pagot (Maya Galattici, Chinaski, Matuskao.)

Prendiamo ad esempio l'opener “Moon And Stars”, intro strascicata alla Red House Painters, e poi un crescendo sempre più evocativo. “Mouse In The Snow” è folk apocalittico e claustrofobico, il singolo “Rain That Never Ends”, vivace e incalzante è una folk song di impianto più classico. In “Looking For Something To Lose”, si manifesta lo spirito del Neil Young di “Harvest”.

Ci vuole del coraggio per prendere nuove direzioni e lasciarsi il passato alle spalle, e in questo caso il coraggio è stato premiato: “Leaves Don't Fall By Chance” è un disco che piace e ci convince.

 

 

Tracklist:
1.Moon And Stars
2.Mouse In The Snow
3.Silly Night
4.Rain That Never Ends
5.Please My Demon
6.Buried With The Leaves
7.Lucy
8.Looking For Something To Lose
9.5th Dimension
10.Endless God
11.I've Lost My Time

 

- https://www.facebook.com/InMyJune
- Sito Ufficiale Garage Records

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 20/12/2013