Vai alla lista completa delle Recensioni!
Migre Le Tigre – Heed The Call [recensione]

 [etichetta: No Reason Records]

migre le tigre



 

Migre Le Tigre – Heed The Call       (2013)

 

 

Migre Le Tigre è lo stravagante moniker dietro il quale si cela il progetto solista di Rufi, chitarrista svizzero di punk band come Rentokill, NRK, e Tomorrow's Ashes. “Heed To Call” è il secondo album e segue di un anno il debutto “Dancing Through The Flames”.

13 brani tutti interamente acustici, scarni, solo chitarra e voce, con Rufi nel ruolo del menestrello punk, sgraziato, aggressivo, rude, ma anche capace di raffinatezze sorprendenti. “Echo”, ad esempio, è un'intro soffusa, preludio a quello che sembrerebbe il classico disco indie-folk pop: errore! Basta ascoltare il brano successivo, “Recall”, un autentico brano acoustic-punk, un sublime incrocio tra Violent Femmes e Bad Religion. In un brano come “Rise” si fanno più pensose e agrodolci, mentre in “Invitation To The Feast” fanno capolino insospettabili influenze gypsy-punk alla Gogol Bordello.

Forse con 13 brani il buon Rufi ha messo fin troppa carne al fuoco, ma “Heed The Call” è un lavoro che merita sicuramente l'ascolto.

 

 

Tracklist:
1.Echo
2.Recall
3.Invitation To The Feast
4.Used To Chaos
5.Insecure
6.Ok
7.Random Acts Of Disillution
8.Metal Noir
9.Rise
10.Monsters
11.The Call
12.About Time
13.Kerosine

 

- https://www.facebook.com/pages/Migre-Le-Tigre/197327033670944
- https://it-it.facebook.com/noreasonrecords

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 06/02/2014