Vai alla lista completa delle Recensioni!
Secret Colours – Peach [recensione]

 [etichetta: autoproduzione]

secret colours peach



 

Secret Colours – Peach      (2014)

 

Secondo album per i Secret Colours, band originaria di Chicago e formata da Tommy Evans (voce e chitarra), Dave Stach (chitarra e cori), Justin Frederick (batteria) e Erich Hehr (basso).

Dici Chicago e pensi alla house music, oppure al noise e al math rock, agli Smashing Pumpkins: bene, dimenticatevi tutto questo; quello che il quartetto dell'Illinois ci propone con “Peach” è una sintesi tra la psichedelia degli anni '60 e il britpop degli anni '90, o almeno, queste sono le intenzioni della band, che non sempre ci riesce, ed ecco venire fuori brani come “Euphoric Collisions”, un rock n'roll che fa pensare a una versione addomesticata dei Dream Syndicate di “The Days Of Wine And Roses”. In altri brani invece il tocco lisergico è ben più presente: è il caso ad esempio di “Blackbird (Only One), un muro di suono che fa pensare alla Gran Bretagna “vaporosa” dei Ride e dei Chameleons, oppure a “Blackhole”, brano non privo di una certa vena dark.

Le tredici tracce di “Peach” scorrono leggere e piacevoli, ma manca decisamente quel tocco in più che fa fare il salto di qualità.

 

Tracklist:
1. Blackbird (Only One)
2. Freak
3. Euphoric Collisions
4. World Through My Window
5. Legends Of Love
6. Blackhole
7. Who You Gonna Run To
8. Peach
9. Faust
10. My Home Is In Your Soul
11. Me
12. Lust
13. Love Like A Fool

 

- Sito Ufficiale Secret Colours
- Sito Ufficiale 5ive roses press

 

Condividi

 

Giacomo Messina, 08/07/2014